Il decreto Sblocca cantieri: la violazione contributiva o tributaria non definitiva comporta l’esclusione dalla gara d’appalto.
L’aumento del potere discrezionale delle amministrazioni legittima l’esclusione degli operatori che presentano delle irregolarità tributarie, anche non definitive.
A seguito di una lettera della Commissione europea in merito a dubbi sulla conformità delle normative e ad alcune disposizioni relative alla direttiva 2014/23/Ue ed alla direttiva 2014/24/Ue, è stato sancito il nuovo comma 4 dell’art. 80 del Dlgs 50/2016 che ha portato profonde modifiche al nostro sistema di contratti pubblici contenuto nel Dl 32/2019, noto come decreto Sblocca cantieri. Quest’ultimo, già in vigore dal 19 aprile, legittima le amministrazioni a escludere dalla partecipazione a gare d’appalto tutte le imprese che ...

leggi tutto
Dal 1° aprile nuova modalità di richiesta dell’assegno per il nucleo familiare
Con la circolare n. 45 del 22/03/2019, l’INPS è intervenuto con riferimento alla domanda di corresponsione dell’Assegno per il nucleo familiare ex art. 2 del DL 69/88, presentata dai ...

leggi tutto
INFORMATIVA VANTAGGI ECONOMICI DA P.A. NELLA NOTA INTEGRATIVA 2018
Con l’entrata in vigore della L. 124/2017, l’art. 1, commi da 125 a 129, le Società di capitali riceventi vantaggi economici di qualunque genere dalle Pubbliche Amministrazioni ed enti ...

leggi tutto
06/05/2019
L’aumento del potere discrezionale delle amministrazioni legittima l’esclusione degli operatori che presentano delle irregolarità tributarie, anche non definitive.

Leggi tutte le news >>